Interessante

Composti con legami ionici e covalenti

Composti con legami ionici e covalenti

Un legame ionico è un legame chimico tra due atomi in cui un atomo sembra donare il suo elettrone a un altro atomo. I legami covalenti, d'altra parte, sembrano coinvolgere due atomi che condividono gli elettroni che raggiungono una configurazione elettronica più stabile. Alcuni composti contengono legami sia ionici che covalenti. Questi composti contengono ioni poliatomici. Molti di questi composti contengono un metallo, un non metallo e anche idrogeno. Tuttavia, altri esempi contengono un metallo unito tramite un legame ionico a non metalli covalentemente legati. Ecco alcuni esempi di composti che presentano entrambi i tipi di legame chimico:

  • NaNO3 - nitrato di sodio
  • (NH4) S - solfuro di ammonio
  • Ba (CN)2 - cianuro di bario
  • CaCO3 - carbonato di calcio
  • KNO2 - nitrito di potassio
  • K2COSÌ4 - solfato di potassio

Nel solfuro di ammonio, il catione di ammonio e l'anione di solfuro sono legati ionicamente insieme, sebbene tutti gli atomi siano non metallici. La differenza di elettronegatività tra ammonio e ione zolfo consente un legame ionico. Allo stesso tempo, gli atomi di idrogeno sono legati covalentemente all'atomo di azoto.

Il carbonato di calcio è un altro esempio di un composto con legami sia ionici che covalenti. Qui il calcio funge da catione, con le specie carbonatiche come anione. Queste specie condividono un legame ionico, mentre gli atomi di carbonio e ossigeno nel carbonato sono legati covalentemente.

Come funziona

Il tipo di legame chimico formato tra due atomi o tra un metallo e un insieme di non metalli dipende dalla differenza di elettronegatività tra loro. È importante ricordare che il modo in cui le obbligazioni sono classificate è in qualche modo arbitrario. A meno che due atomi che entrano in un legame chimico abbiano valori di elettronegatività identici, il legame sarà sempre in qualche modo polare. L'unica vera differenza tra un legame covalente polare e un legame ionico è il grado di separazione della carica.

Ricorda gli intervalli di elettronegatività, quindi sarai in grado di prevedere i tipi di legami in un composto:

  • legame covalente non polare - La differenza di elettronegatività è inferiore a 0,4.
  • legame polare covalente - La differenza di elettronegatività è compresa tra 0,4 e 1,7.
  • iolegame onico - La differenza di elettronegatività tra le specie che formano un legame è maggiore di 1,7.

La differenza tra legami ionici e covalenti è un po 'ambigua poiché l'unico legame covalente veramente non polare si verifica quando due elementi dello stesso legame atomico tra loro (ad es. H2, O3). Probabilmente è meglio pensare ai legami chimici come più covalenti o più polari, lungo un continuum. Quando si verifica un legame sia ionico che covalente in un composto, la porzione ionica è quasi sempre tra il catione e l'anione del composto. I legami covalenti potrebbero verificarsi in uno ione poliatomico nel catione o nell'anione.