Consigli

Jonathan Edwards

Jonathan Edwards

Jonathan Edwards (1703-1758) fu un ecclesiastico estremamente importante e influente nell'America coloniale della Nuova Inghilterra. Gli è stato dato credito per l'inizio del Grande Risveglio e i suoi scritti forniscono spunti sul pensiero coloniale.

Nei primi anni

Jonathan Edwards nacque il 5 ottobre 1703 a East Windsor, nel Connecticut. Suo padre era il reverendo Timothy Edwards e sua madre, Esther, era la figlia di un altro sacerdote puritano, Solomon Stoddard. Fu inviato allo Yale College all'età di 13 anni, dove era estremamente interessato alle scienze naturali mentre era lì e leggeva anche ampiamente, tra cui opere di John Locke e Sir Isaac Newton. La filosofia di John Locke ha avuto un impatto enorme sulla sua filosofia personale.

Dopo essersi laureato a Yale a 17 anni, studiò teologia per altri due anni prima di diventare un predicatore autorizzato nella Chiesa Prsbyteriana. Nel 1723, ha conseguito il Master in Teologia. Ha servito una congregazione di New York per due anni prima di tornare a Yale come tutor.

Vita privata

Nel 1727, Edwards sposò Sarah Pierpoint. Era la nipote dell'influente ministro puritano Thomas Hooker. Fu il fondatore della colonia del Connecticut a seguito di un dissenso con i leader puritani a Massachusett. Insieme avevano undici figli.

A capo della sua prima congregazione

Nel 1727, Edwards ottenne l'incarico di viceministro sotto il nonno da parte di madre, Solomon Stoddard a Northampton, nel Massachusetts. Quando Stoddard morì nel 1729, Edwards subentrò come ministro responsabile di una congregazione che comprendeva importanti leader politici e commercianti. Era molto più conservatore di suo nonno.

Edwardseanism

Il saggio di Locke Per quanto riguarda la comprensione umana ebbe un enorme impatto sulla teologia di Edward mentre cercava di confrontarsi con il libero arbitrio umano combinato con le sue credenze nella predestinazione. Credeva nella necessità di un'esperienza personale di Dio. Credeva che solo dopo una conversione personale istituita da Dio si potesse liberare la volontà dai bisogni umani e verso la moralità. In altre parole, solo la grazia di Dio potrebbe dare a qualcuno la capacità di seguire Dio.

Inoltre, Edwards credeva anche che i tempi della fine fossero vicini. Credeva che con la venuta di Cristo ogni persona avrebbe dovuto rendere conto della propria vita sulla terra. Il suo obiettivo era una chiesa pura piena di veri credenti. Come tale, sentiva che era sua responsabilità assicurarsi che i membri della sua chiesa vivessero secondo rigidi standard personali. Consentirebbe solo a coloro che sentiva veramente accettati che la grazia di Dio potesse prendere il sacramento della Cena del Signore nella chiesa.

Il grande risveglio

Come precedentemente affermato, Edwards ha creduto in un'esperienza religiosa personale. Dal 1734 al 1735, Edwards predicò una serie di prediche sulla giustificazione della fede. Questa serie ha portato a una serie di conversioni tra la sua congregazione. Voci sulla sua predicazione e sermoni si diffondono nelle aree circostanti del Massachusetts e del Connecticut. La notizia si diffuse fino a Long Island Sound.

Durante questo stesso periodo, i predicatori viaggianti avevano iniziato una serie di incontri evangelisti per invitare gli individui a allontanarsi dal peccato in tutte le colonie della Nuova Inghilterra. Questa forma di evangelizzazione si è concentrata sulla salvezza personale e su una relazione corretta con Dio. Questa era è stata chiamata il Grande Risveglio.

Gli evangelisti hanno prodotto grandi emozioni. Molte chiese disapprovavano i predicatori itineranti. Sentivano che i predicatori carismatici spesso non erano sinceri. Non gli piaceva la mancanza di correttezza negli incontri. In effetti, c'erano alcune leggi approvate in alcune comunità per vietare ai predicatori il diritto di tenere risvegli a meno che non fossero stati invitati da un ministro autorizzato. Edwards era d'accordo con gran parte di questo, ma non credeva che i risultati dei risvegli dovessero essere scontati.

I peccatori nelle mani di un dio arrabbiato

Probabilmente viene chiamato il sermone più noto di Edwards I peccatori nelle mani di un dio arrabbiato. Non solo lo consegnò nella sua parrocchia di casa, ma anche a Enfield, nel Connecticut, l'8 luglio 1741. Questo sermone infuocato discute le sofferenze dell'inferno e l'importanza di dedicare la propria vita a Cristo per evitare questa fossa infuocata. Secondo Edwards, "Non c'è nulla che mantenga gli uomini malvagi, in ogni momento, fuori dall'inferno, ma il semplice piacere di Dio". Come dice Edwards, "Tutti gli uomini malvagidolori econgegno usano per scappareinferno, mentre continuano a rifiutare Cristo, e quindi rimangono uomini malvagi, non assicurarli dall'inferno un momento. Quasi ogni uomo naturale che sente parlare dell'inferno, si lusinga che lo sfuggirà; dipende da se stesso per la propria sicurezza ... Ma i folli figli degli uomini si illudono miseramente nei propri schemi e nella fiducia nella propria forza e saggezza; si fidano di nient'altro che di un'ombra ".

Tuttavia, come dice Edward, c'è speranza per tutti gli uomini. "E ora hai una straordinaria opportunità, un giorno in cui Cristo ha spalancato la porta della misericordia, e sta sulla porta chiamando e piangendo ad alta voce per i poveri peccatori ..." Mentre riassumeva, "Perciò lascia che tutti quelli che sono da Cristo, ora sveglia e vola dall'ira per venire ... Lascia che tutti volino fuori da Sodoma. Affrettati e scappa per le tue vite, non guardare dietro di te, scappa sulla montagna, per non essere consumato Genesi 19:17." 

Il sermone di Edwards ebbe un grande effetto a Enfield, nel Connecticut. In effetti, un testimone oculare di nome Stephen Davis scrisse che durante il suo sermone la gente gridava in tutta la congregazione, chiedendo come evitare l'inferno e salvarsi. Nel suo oggi, la reazione a Edwards è stata mista. Tuttavia, non si può negare il suo impatto. I suoi sermoni sono ancora letti e citati dai teologi fino ad oggi.

Anni dopo

Alcuni membri della congregazione della chiesa di Edwards non erano contenti dell'ortodossia conservatrice di Edwards. Come precedentemente affermato, ha imposto regole rigide affinché la sua congregazione fosse considerata parte di coloro che potevano partecipare alla Cena del Signore. Nel 1750, Edwards tentò di istituire una disciplina su alcuni dei bambini di famiglie importanti che furono sorpresi a guardare un manuale delle ostetriche che era considerato un "libro cattivo". Oltre il 90% dei membri della congregazione ha votato per rimuovere Edwards dalla sua posizione di ministro. All'epoca aveva 47 anni e fu assegnato a una chiesa di missione alla frontiera a Stockbridge, nel Massachusetts. Ha predicato a questo piccolo gruppo di nativi americani e allo stesso tempo ha trascorso gli anni a scrivere molte opere teologiche tra cui Libertà di volontà (1754), La vita di David Brainerd (1759), Peccato originale (1758) e La natura della vera virtù (1765). Attualmente puoi leggere qualsiasi opera di Edwards tramite il Jonathan Edwards Center presso la Yale University. Inoltre, uno dei college residenziali dell'Università di Yale, Jonathan Edwards College, è stato chiamato dopo di lui.

Nel 1758, Edwards fu assunto come presidente del College of New Jersey, che ora si chiama Princeton University. Sfortunatamente, ha servito solo per due anni in quella posizione prima di morire dopo aver avuto una reazione avversa a una vaccinazione contro il vaiolo. Morì il 22 marzo 1758 e fu sepolto nel cimitero di Princeton.

Eredità

Oggi Edwards è visto come un esempio di predicatori del risveglio e un iniziatore del Grande Risveglio. Molti evangelisti oggi guardano ancora al suo esempio come un modo per predicare e creare conversioni. Inoltre, molti discendenti di Edwards sono diventati cittadini di spicco. Era il nonno di Aaron Burr e un antenato di Edith Kermit Carow che era la seconda moglie di Theodore Roosevelt. In effetti, secondo George Marsden in Jonathan Edwards: una vita, la sua discendenza comprendeva tredici presidenti di college e sessantacinque professori.

Ulteriore riferimento

Ciment, James. America coloniale: un'enciclopedia di storia sociale, politica, culturale ed economica. M. E. Sharpe: New York. 2006.

Guarda il video: ATLETICA MONDIALI GOTEBORG 1995 TRIPLO ORO E RECORD PER JONATHAN EDWARDS (Luglio 2020).