Recensioni

Biografia di Cristoforo Colombo, esploratore italiano

Biografia di Cristoforo Colombo, esploratore italiano


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Cristoforo Colombo (c. 31 ottobre 1451-20 maggio 1506) era un esploratore italiano che condusse viaggi nei Caraibi, in America Centrale e in Sud America. La sua esplorazione di queste aree ha spianato la strada alla colonizzazione europea. Dalla sua morte, Columbus è stato criticato per il suo trattamento nei confronti dei nativi americani nel Nuovo Mondo.

Fatti veloci: Cristoforo Colombo

  • Conosciuto per: Colombo compì quattro viaggi nel Nuovo Mondo per conto della Spagna, preparando la strada per la colonizzazione europea.
  • Nato: 31 ottobre 1451 a Genova
  • Morto: 20 maggio 1506 a Castiglia, in Spagna

Primi anni di vita

Cristoforo Colombo nacque a Genova (ora Italia) nel 1451 da Domenico Colombo, un tessitore di lana della classe media, e Susanna Fontanarossa. Sebbene si sappia poco della sua infanzia, si presume che fosse ben educato perché era in grado di parlare diverse lingue da adulto e aveva una notevole conoscenza della letteratura classica. È noto per aver studiato le opere di Tolomeo e Marinus, tra gli altri.

Colombo prese il mare per la prima volta quando aveva 14 anni e continuò a navigare per il resto della sua giovinezza. Durante il 1470, fece numerosi viaggi commerciali che lo portarono nel Mar Egeo, nel Nord Europa e forse in Islanda. Nel 1479 conobbe suo fratello Bartolomeo, un creatore di mappe, a Lisbona. In seguito sposò Filipa Moniz Perestrello e nel 1480 nacque suo figlio Diego.

La famiglia rimase a Lisbona fino al 1485, quando morì la moglie di Colombo, Filipa. Da lì, Colombo e Diego si trasferirono in Spagna, dove Colombo iniziò a cercare di ottenere un sussidio per esplorare le rotte commerciali occidentali. Credeva che, poiché la terra era una sfera, una nave potesse raggiungere l'Estremo Oriente e creare rotte commerciali in Asia navigando verso ovest.

Per anni, Colombo propose i suoi piani ai re portoghesi e spagnoli, ma fu respinto ogni volta. Alla fine, dopo che i Mori furono espulsi dalla Spagna nel 1492, il re Ferdinando e la regina Isabella riconsiderarono le sue richieste. Columbus promise di riportare oro, spezie e seta dall'Asia, di diffondere il cristianesimo e di esplorare la Cina. In cambio, chiese di essere nominato ammiraglio dei mari e governatore delle terre scoperte.

Primo viaggio

Dopo aver ricevuto finanziamenti significativi dai monarchi spagnoli, Colombo salpò il 3 agosto 1492, con tre navi: la Pinta, Nina e Santa Maria e 104 uomini. Dopo una breve sosta alle Isole Canarie per rifornire e fare piccole riparazioni, le navi partirono attraverso l'Atlantico. Il viaggio durò cinque settimane in più di quanto previsto da Colombo, poiché riteneva che il mondo fosse molto più piccolo di quello che è. Durante questo periodo, molti membri dell'equipaggio si ammalarono e alcuni morirono per malattie, fame e sete.

Alla fine, alle 2 del mattino del 12 ottobre 1492, il marinaio Rodrigo de Triana avvistò la terra nella zona di quelle che oggi sono le Bahamas. Quando Colombo raggiunse la terra, credette che fosse un'isola asiatica e la chiamò San Salvador. Poiché non ha trovato alcuna ricchezza qui, Columbus ha deciso di continuare a navigare alla ricerca della Cina. Invece, ha finito per visitare Cuba e Hispaniola.

Il 21 novembre 1492, la Pinta e il suo equipaggio partirono per esplorare da soli. Il giorno di Natale, Santa Maria ha distrutto al largo della costa di Hispaniola. Poiché c'era spazio limitato sulla solitaria Nina, Colombo dovette lasciare indietro circa 40 uomini in un forte che chiamarono Navidad. Poco dopo, Colombo salpò per la Spagna, dove arrivò il 15 marzo 1493, completando il suo primo viaggio verso ovest.

Secondo viaggio

Dopo il successo nel trovare questa nuova terra, Colombo salpò nuovamente a ovest il 23 settembre 1493, con 17 navi e 1.200 uomini. Lo scopo di questo secondo viaggio era stabilire colonie in nome della Spagna, controllare l'equipaggio a Navidad e continuare la ricerca di ricchezze in quello che Colombo pensava ancora fosse l'Estremo Oriente.

Il 3 novembre, i membri dell'equipaggio avvistarono terra e trovarono altre tre isole: Dominica, Guadalupa e Giamaica, che Colombo pensava fossero isole al largo del Giappone. Poiché non c'erano ancora ricchezze da trovare, l'equipaggio proseguì verso Hispaniola, solo per scoprire che il forte di Navidad era stato distrutto e l'equipaggio ucciso dopo aver maltrattato la popolazione indigena.

Nel sito del forte, Colombo stabilì la colonia di Santo Domingo e dopo una battaglia nel 1495 conquistò l'intera isola di Hispaniola. Quindi salpò per la Spagna nel marzo del 1496 e arrivò a Cadice il 31 luglio.

Terzo viaggio

Il terzo viaggio di Colombo iniziò il 30 maggio 1498 e prese una rotta più meridionale rispetto alle due precedenti. Ancora alla ricerca della Cina, Columbus trovò Trinidad e Tobago, Grenada e Margarita il 31 luglio. Raggiunse anche la terraferma del Sud America. Il 31 agosto, tornò a Hispaniola e vi trovò la colonia di Santo Domingo lì a pezzi. Dopo che un rappresentante del governo fu inviato per indagare sui problemi nel 1500, Colombo fu arrestato e rispedito in Spagna. È arrivato in ottobre ed è stato in grado di difendersi con successo dalle accuse di trattare male sia la gente del posto che gli spagnoli.

Quarto e ultimo viaggio

Il viaggio finale di Colombo iniziò il 9 maggio 1502 e arrivò a Hispaniola a giugno. Gli fu proibito di entrare nella colonia, quindi continuò a esplorare le aree vicine. Il 4 luglio salpò di nuovo e in seguito trovò l'America centrale. Nel gennaio del 1503, raggiunse Panama e trovò una piccola quantità di oro, ma fu costretto a lasciare la zona da coloro che vivevano lì. Dopo aver incontrato numerosi problemi, Colombo salpò per la Spagna il 7 novembre 1504. Dopo essere arrivato lì, si stabilì con suo figlio a Siviglia.

Morte

Dopo la morte della regina Isabella il 26 novembre 1504, Colombo tentò di riconquistare il suo governatorato di Hispaniola. Nel 1505, il re gli permise di presentare una petizione, ma non fece nulla. Un anno dopo, Colombo si ammalò e morì il 20 maggio 1506.

Eredità

A causa delle sue scoperte, Colombo è spesso venerato, in particolare nelle Americhe dove luoghi come il Distretto di Columbia portano il suo nome e dove molte persone celebrano il Columbus Day. Nonostante questa fama, tuttavia, Colombo non fu il primo a visitare le Americhe. Molto prima di Colombo, vari popoli indigeni si erano stabiliti ed esploravano diverse aree delle Americhe. Inoltre, gli esploratori norvegesi avevano già visitato parti del Nord America. Si ritiene che Leif Ericson sia stato il primo europeo a visitare la zona e ad istituire un insediamento nella parte settentrionale della Terranova canadese circa 500 anni prima dell'arrivo di Colombo.

Il principale contributo di Colombo alla geografia è che fu il primo a visitare e stabilirsi in queste nuove terre, portando effettivamente una nuova area del mondo in prima linea nell'immaginazione popolare.

Fonti

  • Morison, Samuel Eliot. "I grandi esploratori: la scoperta europea dell'America". Oxford University Press, 1986.
  • Phillips, William D. e Carla Rahn Phillips. "I mondi di Cristoforo Colombo". Cambridge University Press, 2002.


Guarda il video: Colombo - storia di un incredibile viaggio - trailer HD (Febbraio 2023).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos