Consigli

Perché il Sudafrica ha tre capitali?

Perché il Sudafrica ha tre capitali?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La Repubblica del Sudafrica non ha una sola capitale. Invece, è uno dei pochi paesi al mondo che divide i suoi poteri governativi tra tre delle sue principali città: Pretoria, Città del Capo e Bloemfontein.

Le molte capitali del Sudafrica

Le tre capitali del Sud Africa sono strategicamente posizionate in tutto il paese, ognuna ospita un segmento separato del governo nazionale. Alla domanda su una singola capitale, la maggior parte delle persone indicherebbe Pretoria.

  • Pretoria è la capitale amministrativa. È sede del ramo esecutivo del governo sudafricano, incluso il presidente del governo. La città ospita anche molti dipartimenti del governo e delle ambasciate straniere.
    • Situato nella provincia di Gauteng, Pretoria si trova nella parte nord-orientale del Sudafrica e vicino alla città di Johannesburg.
  • Cape Town è la capitale legislativa. È sede del parlamento legislativo del paese, tra cui l'Assemblea nazionale e il Consiglio nazionale delle province.
    • Situata nell'angolo sud-occidentale del Sudafrica, nella provincia di Western Cape, Città del Capo è la seconda città per popolazione.
  • Bloemfontein è considerata la capitale giudiziaria. È sede della Corte suprema d'appello, la seconda corte suprema del Sudafrica. La Corte costituzionale (la corte più alta) si trova a Johannesburg.
    • Situato nella provincia di Free State, Bloemfontein si trova nel centro del Sudafrica.

Oltre a queste tre capitali a livello nazionale, il paese è diviso in nove province, ognuna con la propria capitale.

  • Provincia del Capo Orientale: capitale Bhisho
  • Stato libero: Bloemfontein
  • Gauteng: Johannesburg
  • KwaZulu-Natal: Pietermaritzburg
  • Limpopo - Polokwane
  • Mpumalanga: Nelspruit
  • Capo settentrionale: Kimberley
  • Nord Ovest: Mahikeng (precedentemente Mafeking)
  • Western Cape: Città del Capo
Mappa del Sudafrica. pop_jop / Getty Images

Quando guardi una mappa del paese, noterai anche il Lesotho nel mezzo del Sudafrica. Questa non è una provincia, ma un paese indipendente chiamato formalmente il Regno del Lesotho. Viene spesso definita "enclave del Sudafrica" ​​perché circondata dalla nazione più grande.

Perché il Sudafrica ha tre capitali?

Il motivo per cui il Sudafrica ha tre capitali è in parte il risultato delle sue lotte politiche e culturali a causa dell'influenza del colonialismo di epoca vittoriana. L'apartheid - una versione estrema della segregazione - è solo uno dei tanti problemi che il paese ha affrontato dal 20 ° secolo.

Nel 1910, quando fu fondata l'Unione del Sudafrica, ci fu una grande disputa sulla posizione della capitale del nuovo paese. È stato raggiunto un compromesso per diffondere un equilibrio di potere in tutto il paese e questo ha portato alle attuali capitali.

C'è una logica dietro la scelta di queste tre città:

  • Sia Bloemfontein che Pretoria erano le capitali di una delle tradizionali province boere prima dell'Unione del Sudafrica. Bloemfontein era la capitale del Orange Free State (ora Free State) e Pretoria era la capitale del Transvaal. C'erano quattro province tradizionali in totale; Natal e Cape of Good Hope erano gli altri due.
  • Bloemfontein si trova nel centro del Sudafrica, quindi è logico collocare il ramo giudiziario del governo in questa posizione.
  • Pretoria era stata a lungo la sede di ambasciate straniere e dipartimenti governativi. La sua posizione vicino alla più grande città del paese, Johannesburg, lo rende anche una posizione comoda.
  • Cape Town era stata sede di un parlamento sin dai tempi coloniali.

Fonti e ulteriori letture

  • Clark, Nancy L. e William H. Worger. "Sudafrica: l'ascesa e la caduta dell'apartheid". Londra: Routledge, 2011.
  • Ross, Robert. "Una storia concisa del Sudafrica." Cambridge: Cambridge University Press, 2008.


Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos