Recensioni

Geografia del fiume Colorado

Geografia del fiume Colorado

Il fiume Colorado (mappa) è un fiume molto grande situato nel sud-ovest degli Stati Uniti e nel nord-ovest del Messico. Gli stati che attraversa includono Colorado, Utah, Arizona, Nevada, California, Bassa California e Sonora. Ha una lunghezza di circa 1.450 miglia (2.334 km) e drena un'area di circa 246.000 miglia quadrate (637.000 km quadrati). Il fiume Colorado è storicamente importante ed è anche una delle principali fonti di acqua ed energia elettrica per milioni di persone nelle aree in cui viene drenato.

  • fonte: La Poudre Pass Lake, Parco nazionale delle montagne rocciose, Colorado
  • Elevazione della fonte: 10.101 piedi (3.101 m)
  • Bocca: Golfo della California, Messico
  • Lunghezza: 1.450 miglia (2.334 km)
  • Area del bacino idrografico: 246.000 miglia quadrate (637.000 kmq)

Corso del fiume Colorado

Le sorgenti del fiume Colorado iniziano al lago La Poudre Pass nel Parco nazionale delle montagne rocciose in Colorado. L'altitudine di questo lago è di circa 2.750 m (9.000 piedi). Questo è un punto significativo nella geografia degli Stati Uniti perché è dove il Continental Divide incontra il bacino idrografico del fiume Colorado.

Quando il fiume Colorado inizia a scendere in quota e scorre verso ovest, sfocia nel Grand Lake in Colorado. Dopo essere disceso ulteriormente, il fiume entra poi in diversi bacini idrici e sfocia infine nel punto in cui è parallelo all'autostrada 40 degli Stati Uniti, si unisce a molti dei suoi affluenti e quindi in parallelo all'Interstate 70 degli Stati Uniti per un breve periodo.

Una volta che il fiume Colorado incontra il sud-ovest degli Stati Uniti, inizia a incontrare molte altre dighe e bacini idrici, il primo dei quali è la diga del Glen Canyon che forma il lago Powell in Arizona. Da lì, il fiume Colorado inizia a fluire attraverso enormi canyon che ha contribuito a scolpire milioni di anni fa. Tra questi c'è il Grand Canyon, lungo 217 miglia (349 km). Dopo aver attraversato il Grand Canyon, il fiume Colorado incontra il Virgin River (uno dei suoi affluenti) nel Nevada e sfocia nel Lago Mead dopo essere stato bloccato dalla diga di Hoover al confine Nevada / Arizona.

Dopo aver attraversato la diga di Hoover, il fiume Colorado continua il suo corso verso il Pacifico attraverso molte altre dighe, tra cui le dighe Davis, Parker e Palo Verde. Quindi sfocia nelle valli Coachella e Imperial in California e infine nel suo delta in Messico. Va notato, tuttavia, che il delta del fiume Colorado, sebbene un tempo ricco di paludi, oggi è prevalentemente asciutto a parte anni eccezionalmente umidi a causa della rimozione di acqua a monte per l'irrigazione e gli usi delle città.

Storia umana del fiume Colorado

Gli esseri umani hanno abitato il bacino del fiume Colorado per migliaia di anni. I primi cacciatori nomadi e i nativi americani hanno lasciato manufatti in tutta l'area. Ad esempio, gli Anasazi iniziarono a vivere nel Chaco Canyon intorno al 200 a.E.V. Le civiltà dei nativi americani raggiunsero il culmine dal 600 al 900 E.V., ma in seguito iniziarono a declinare, probabilmente a causa della siccità.

Il fiume Colorado fu notato per la prima volta in documenti storici nel 1539 quando Francisco de Ulloa salpò a monte del Golfo della California. Poco dopo, vari esploratori fecero diversi tentativi di navigare più a monte. Nel corso dei secoli 17 °, 18 ° e 19 °, furono disegnate una varietà di mappe che mostravano il fiume ma avevano tutti nomi e percorsi diversi per esso. La prima mappa che usa il nome Colorado apparve nel 1743.

Durante la fine del 1800 e fino al 1900, si sono svolte diverse spedizioni per esplorare e mappare accuratamente il fiume Colorado. Inoltre, dal 1836 al 1921, il fiume Colorado fu chiamato Grand River dalla sua sorgente nel Rocky Mountain National Park alla sua confluenza con il Green River nello Utah. Nel 1859 avvenne una spedizione topografica dell'esercito americano guidata da John Macomb, durante la quale localizzò precisamente la confluenza dei fiumi Green e Grand e la dichiarò la fonte del fiume Colorado.

Nel 1921, il Grand River fu ribattezzato Colorado River e da allora il fiume ha incluso tutta la sua area attuale.

Dighe del fiume Colorado

La storia moderna del fiume Colorado consiste principalmente nella gestione delle sue acque per usi municipali e nella prevenzione delle inondazioni. Ciò avvenne a seguito di un'alluvione del 1904. In quell'anno, l'acqua del fiume sfondò un canale di deviazione vicino a Yuma, in Arizona. Ciò ha creato i fiumi New e Alamo e alla fine ha inondato il lavandino Salton, formando il mare Salton della Coachella Valley. Nel 1907, tuttavia, fu costruita una diga per riportare il fiume al suo corso naturale.

Dal 1907, molte altre dighe sono state costruite lungo il fiume Colorado ed è diventata una delle principali fonti d'acqua per l'irrigazione e gli usi municipali. Nel 1922, gli stati nel bacino del fiume Colorado firmarono il Colorado River Compact, che governava i diritti di ciascuno stato sull'acqua del fiume e stabiliva specifiche assegnazioni annuali di ciò che poteva essere preso.

Poco dopo la firma del Colorado River Compact, la diga di Hoover è stata costruita per fornire acqua per l'irrigazione, gestire le inondazioni e generare elettricità. Altre grandi dighe lungo il fiume Colorado includono la diga del Glen Canyon e le dighe Parker, Davis, Palo Verde e Imperial.

Oltre a queste grandi dighe, alcune città hanno acquedotti che corrono verso il fiume Colorado per aiutare ulteriormente a mantenere le loro riserve idriche. Queste città includono Phoenix e Tucson, Arizona, Las Vegas, Nevada e Los Angeles, San Bernardino e San Diego in California.

Per ulteriori informazioni sul fiume Colorado, visitare DesertUSA.com e l'autorità del fiume Colorado inferiore.

Guarda il video: Il fiume Colorado (Luglio 2020).